Top 10

Vaporizzatore

Migliori Vaporizzatori Erba 2018

vaporizzatori

Vaporizzatore Davinci IQ

Davinci è un produttore di vaporizzatore noto per la buona accettazione del suo famoso vaporizzatore Ascent. Con il lancio di questo nuovo vaporizzatore si prevede che entrerà in competizione per la migliore posizione nel mercato del vaporizzatore ...

9.5
2 Vaporizzatore Pax 3

Vaporizzatore Pax 3

Il PAX 3 è la terza versione del famoso e rivoluzionario vaporizzatore portatile PAX Labs. Questa nuova edizione continua a migliorare rispetto alla precedente, che ha già lasciato la barra molto alta ma rimane fedele a quello che ...

9.5
3 Vaporizzatore Firefly 2

Vaporizzatore Firefly 2

Il vaporizzatore Firefly 2 è la seconda versione del vaporizzatore portatile "Firefly Vapor". Quello che ci è piaciuto di più del modello precedente, era il breve tempo che ci è voluto per riscaldare la stufa, qualcosa che sembrava ...

9.2
4 Vaporizzatore Arizer Air 2

Vaporizzatore Arizer Air 2

Arizer è un produttore canadese di vaporizzatori, noto per l'alta qualità dei suoi prodotti, con finiture spettacolari e un'ottima produzione di vapore grazie ai suoi ugelli in vetro e al riscaldamento a convezione.

9.1
5 Vaporizzatore Arizer Solo 2

Vaporizzatore Arizer Solo 2

Fin dalla sua creazione, il marchio canadese Arizer si è caratterizzato per la qualità dei suoi vaporizzatori e per la cura dei dettagli, sono vaporizzatori di alta qualità, non i ...

9.1
6 Vaporizzatore Pax 2

Vaporizzatore Pax 2

Il vaporizzatore portatile PAX 2, fino al lancio del nuovo vaporizzatore PAX 3 è stato considerato da noi il migliore vaporizzatore sul mercato fino al momento in cui è stato ...

9
7 Vaporizzatore Crafty

Vaporizzatore Crafty

Il vaporizzatore portatile Crafty insieme a Pax 3 è uno dei migliori vaporizzatori sul mercato per la sua eccellente ...

9
8 Vaporizzatore Arizer Go (ArGo)

Vaporizzatore Arizer Go (ArGo)

Arizer è un produttore canadese di vaporizzatori con un grande riconoscimento per l'alta qualità dei suoi prodotti, il suo caratteristico ugello di vetro e sistema di stufe e l'alta qualità del vapore che producono, ma se qualcosa è andato storto è ...

9
9 Vaporizzatore Mighty

Vaporizzatore Mighty

Il vaporizzatore portatile Mighty è un vaporizzatore di riscaldamento ibrido, sia a convezione che a conduzione molto simile al Crafty, ma circa due volte più grande e due volte più ampio.

8.8
10 Vaporizzatore Boundless CFX

Vaporizzatore Boundless CFX

Si tratta di un vaporizzatore di grandi dimensioni con una buona durata della batteria, un display di grandi dimensioni per una facile scelta della temperatura e una buona produzione di vapore, il tutto ad un prezzo molto basso.

8.6

I migliori vaporizzatori del 2018

Guida definitiva per la scelta del migliore vaporizzatore erba

Se stai pensando di acquistare un vaporizzatore portatile, sia che si tratti di vaporizzare marijuana o altre erbe aromaterapiche, sei sulla pagina di destra!

Ordineremo in base alla qualità i migliori vaporizzatori portatili disponibili sul mercato. Se dopo aver letto la nostra classifica non sai molto bene quale tra i migliori si adatta alle tue esigenze, qui elenchiamo le caratteristiche principali dei vaporizzatori per sapere cosa dobbiamo cercare quando scegliamo quello che meglio si adatta alle nostre esigenze.

Nel valutare la qualità e la posizione di un vaporizzatore nella nostra classificazione delle sue proprietà, teniamo conto principalmente delle seguenti caratteristiche: design, portabilità, qualità del vapore prodotto, batteria, facilità d’ uso.

Poiché non è corretto confrontare i vaporizzatori con gamme di prezzo molto diverse, divideremo la nostra classificazione del migliore vaporizzatore in due sezioni:

Ci sono molti fattori che rendono un vaporizzatore molto diverso dall’ altro e quindi più adatto alle esigenze di una persona o di un’ altra, nelle righe seguenti elencheremo tutti i fattori che consideriamo rilevanti e dobbiamo tenere in considerazione, per cercare di aiutare un po’ nel difficile compito di scegliere il miglior vaporizzatore di marijuana. Cominciamo dalle basi:

Che è un vaporizzatore?

In breve, si tratta di un dispositivo alimentato da una batteria (vaporizzatore portatile) o collegato alla rete elettrica (vaporizzatore da tavolo) che serve a convertire in vapore il mezzo introdotto in essi che può essere liquido, erbe aromatiche o resine, mantenendone inalterate tutte le proprietà ed essenze.

Possono essere utilizzati sia come trattamento medico per scopi terapeutici che semplicemente per scopi ricreativi. È importante notare che un vaporizzatore non è lo stesso di una sigaretta elettronica.

L’ uso principale dei vaporizzatori è quello di riscaldare le erbe secche per l’ evaporazione, come la cannabis. Invece, sigarette elettroniche o cowboy sono utilizzati per riscaldare e vaporizzare un e-liquido, principalmente come sostituto del tabacco tradizionale.

back to menu ↑

Come funziona un vaporizzatore erba?

I vaporizzatori sono dispositivi alimentati a batteria, che utilizzano un elemento riscaldante che riscalda una stufa, o l’ aria che passa attraverso la stufa, a seconda del tipo di riscaldamento, dove viene stoccato il materiale che si vuole vaporizzare, liquidi, erbe o resine. Quando le erbe, gli oli o i liquidi raggiungono la temperatura di vaporizzazione richiesta, rilasciano le loro essenze sotto forma di vapore. Il vapore viene poi inalato dall’ utente. Pertanto, non c’ è combustione e non si parla più di fumo, ma di vaporizzazione.

Tipo di riscaldamento delle erbe

Nei vaporizzatori portatili, ci sono due forme principali di riscaldamento a base di erbe, conduzione e convezione, ecco le differenze tra loro:

  • Conduzione: La sorgente di calore viene collocata direttamente nella stufa e applica calore alle sue pareti. In questo modo, sono le erbe che vengono riscaldate direttamente fino a far evaporare le loro sostanze. Generalmente, se un vaporizzatore conduttivo è buono e il calore viene applicato uniformemente alle pareti della stufa, si ottiene un’ ottima qualità di vapore e le erbe aromatiche vengono consumate uniformemente. Se la qualità del vaporizzatore non è molto buona e nel suo design non è stata curata nei minimi dettagli, la qualità del vapore diminuisce e osserviamo che le erbe non vengono consumate allo stesso modo e dobbiamo togliere la stufa al centro della seduta.
  • Convezione: Nei vaporizzatori che riscaldano le erbe aromatiche per convezione, la fonte di calore è posta nel condotto dell’ aria che fluisce attraverso il vaporizzatore prima di raggiungere la stufa, quindi l’ aria calda è quella che passa attraverso le erbe, producendo l’ evaporazione delle sue sostanze, e non le riscalda direttamente. In questo modo, la qualità del vapore è superiore a quella dei vaporizzatori conduttivi e garantiamo che le erbe vengano consumate in modo uniforme.

back to menu ↑

I vaporizzatori sono legali?

Vaporizzatori sono legali nella maggior parte dei paesi quando utilizzati per vaporizzare tabacco o altre erbe aromatiche, piante o prodotti chimici. L’ acquisto di un vaporizzatore è legale in qualsiasi paese, dal momento che hanno usi multipli, ciò che non è legale in alcuni paesi è quello di usarli per consumare sostanze illegali come la marijuana.

back to menu ↑

Quali sono i diversi tipi di vaporizzatori?

Principalmente, possiamo distinguere due tipi di vaporizzatori, differenziandoli per la loro alimentazione elettrica. Vaporetti portatili e vaporizzatori da scrivania. I vaporizzatori portatili sono alimentati da una batteria e, come suggerisce il nome, ci permettono di utilizzarli ovunque, mentre i vaporizzatori desktop devono essere collegati all’ alimentatore per funzionare in modo da poterli utilizzare solo a casa o in luoghi chiusi dove possiamo collegarli.

back to menu ↑

Come si usa un vaporizzatore?

L’ uso di un vaporizzatore è davvero molto semplice, basta riempire la stufa con le erbe che vogliamo vaporizzare, accendere, regolare la temperatura e si è fatto. Al termine di ogni sessione sarà necessario pulire il vaporizzatore in modo che non perda efficienza man mano che lo sporco si accumula nei condotti e peggiora la vaporizzazione. A seconda del modello, alcuni vaporizzatori sono più facili da pulire di altri.

Con l’ esperienza impariamo alcuni consigli su come scegliere la temperatura perfetta per ogni erba e ogni momento della sessione, scegliere il giusto livello di dimensionamento per ogni tipo di vaporizzatore, etc….

Avete l’ odore di un vaporizzatore quando lo uso?

Un vaporizzatore emana odore, non ci inganneremo, ma non è niente rispetto al fumo. l’ odore di un vaporizzatore è lieve e non rimane nell’ ambiente o sugli indumenti in quanto non vi è combustione. Inoltre, la quantità di odore che sprigiona un vaporizzatore dipende dal modello, alcuni sono più discreti di altri.

Ci sono effetti collaterali dovuti alla vaporizzazione della marijuana invece di fumare?

Finora non ci sono state prove di alcun effetto negativo che può essere presente vaporizzare marijuana invece di fumare, al contrario, è stato dimostrato che vaporizzando eliminare tutti gli effetti negativi della combustione e anche ottenere che il vapore inalato è più puro e molto più ricco di essenze.

Un vaporizzatore portatile è lo stesso di un bong?

No, a differenza di un vaporizzatore portatile, un bong funziona con la combustione, e può sbarazzarsi delle stesse tossine nocive come sigarette perché le erbe sono bruciate.

Qual è la temperatura migliore per il mio vaporizzatore?

Poiché ogni vaporizzatore è diverso, non esiste una temperatura ideale. Inoltre, l’ intervallo di temperatura dipende dal tipo di erbe che vogliamo vaporizzare. Per vaporizzare marijuana o cannabis, le temperature consigliate sono comprese tra 180 ºC e 205ºC, si consiglia generalmente di iniziare alla temperatura più bassa per ottenere il massimo sapore delle erbe e aumentarlo progressivamente per estrarre tutte le essenze di ogni erba. Se invece si vaporizzano concentrati o oli, la temperatura scelta dovrebbe essere leggermente più alta.

È necessario macinare le erbe per vaporizzarle?

Per ottenere i migliori risultati dobbiamo macinare le erbe prima di vaporizzarle perché in questo modo aiuteremo a far passare meglio l’ aria tra loro e che consumano in modo uniforme riducendo la quantità di erbe sprecate.

A seconda del tipo di riscaldamento del nostro vaporizzatore, dovremmo macinare più o meno le nostre erbe aromatiche, nei vaporizzatori di conduzione è molto importante macinare bene le erbe fino a quando non sono molto fini, in contrasto nei vaporizzatori di convezione non è così necessario.

Un vaporizzatore portatile fa rumore quando usato?

Niente affatto. Anche il vaporizzatore più economico non genererà più suono del ronzio di un nuovo ventilatore di vaporizzazione e la gioia della gente che ti circonda vede che non ci sono più fumi.

Come faccio a sapere quando ho finito di vaporizzare le erbe dalla stufa?

Dipende dalle preferenze di ciascun utente. Alcuni si fermeranno quando la miscela è diventata marrone mentre altri continueranno a vaporizzare fino a diventare ancora più neri. Tuttavia, le erbe che stiamo vaporizzando dovrebbero essere cambiate non appena cominciano a seccarsi e a tirare senza sapore. Le erbe una volta vaporizzate hanno usi diversi, possono essere utilizzate per cucinare, fare olii e anche concentrati.

back to menu ↑

Come pulire il vaporizzatore di marijuana?

Per mantenere in buono stato il vaporizzatore dobbiamo fare una pulizia periodica di questo, dopo ogni seduta, dobbiamo svuotare la stufa e passare una piccola spazzola per eliminare gli eventuali residui. A seconda di ogni vaporizzatore più o meno cura è necessaria, di solito dopo circa 10 sessioni con un vaporizzatore, dobbiamo pulire il condotto del vapore e griglie alcoliche per rimuovere tutte le tracce di resina che possono influenzare la sua efficienza.

back to menu ↑

È meglio usare un vaporizzatore di marijuana rispetto al sigaro tradizionale?

La maggior parte delle sostanze nocive legate al fumo nel corpo sono causate dalla combustione, che rilascia numerose tossine che sono la causa principale del cancro ai polmoni e molti altri problemi respiratori. Inoltre, fumando marijuana, l’ 88% del fumo che introduciamo nei polmoni non contiene cannabinoidi, ma solo elementi tossici derivati dalla combustione.

D’ altra parte, quando usiamo un vaporizzatore, poiché non c’ è combustione, stiamo eliminando tutte queste tossine e impedendo loro di entrare nei polmoni, perché riscaldiamo le erbe alla giusta temperatura in modo che rilasciano le sostanze che ci interessano. Nel caso della marijuana, vaporizzando la marijuana, il 95% del vapore che introduciamo nei polmoni è costituito da cannabinoidi e il resto da altri vapori di oli naturali contenuti nelle piante.

Miglior Vaporizzatore Erba
5 (100%) 4 votes

Vaporizzatore